Vai al contenuto

Ritratto di Martin Lutero

Bottega di Lucas Cranach il Vecchio , ca. 1529

Descrizione
Ritratto di Martin Lutero

Quest’opera è collegata a Ritratto di Katharina von Bora (inv. 1035). Il dittico con i ritratti di Martin Lutero e della moglie Katharina von Bora è in buono stato di conservazione; uno strato di materia pittorica steso sul retro indica che poteva essere chiuso e trasportato, quasi si trattasse di un altare portatile. Il grande riformatore religioso tedesco, padre del protestantesimo, è raffigurato a mezzo busto su uno sfondo azzurro. Ha sul capo una berretta nera, dalla quale sfuggono ciocche di capelli mossi; la massa scura degli abiti porta a concentrare l’attenzione sul volto, con le labbra sottili, il naso prominente, le rughe che segnano gli occhi. Lo sguardo è vivo e quasi ironico, al contrario di quello della moglie, che ha un’aria distante e austera. Katharina indossa una camicia bianca profilata di nero, un bustino stringato e una sopraveste con il collo di pelo.
L’artista si è soffermato su ogni dettaglio, dalla retina che trattiene i capelli alla pelliccia, così realistica da sembrare vera. La precisione del disegno è caratteristica dell’arte rinascimentale tedesca. Cranach, in particolare, fu uno stimato incisore e la sua abilità grafica traspare anche in pittura: utilizzando pennelli a punta fine, l’artista delinea i più minuti dettagli, come accade anche nel Dittico con la Madonna, il Bambino e il Battista, di proprietà del Museo Poldi Pezzoli. A sinistra del riformatore è visibile la data 1529, insieme al dragone alato, che l’artista, seguito dai figli Hans e Lucas il Giovane, anch’essi pittori, utilizzò come stemma. I ritratti sono accompagnati da due citazioni bibliche: in quello di Lutero, “Nel silenzio e nella fiducia sarà la vostra forza”, dal Libro di Isaia (30, 15); in quello della moglie, “la donna si salverà attraverso la discendenza”, dalla prima lettera di San Paolo a Timoteo (2, 15). Cranach aderì alla riforma protestante e la sua immagine di Lutero conobbe una vasta diffusione attraverso numerose copie – fra cui questa – prodotte in serie dalla sua attivissima bottega.

Scheda tecnica

Artista

Bottega di Lucas Cranach il Vecchio, 1472-1553

Data

ca. 1529

Materia e tecnica

tavola (pittura a olio)

Dimensioni

38.3 cm x 24 cm

Acquisizione

legato Gian Giacomo Poldi Pezzoli, 1879

Inventario

1036
ubicazione
Sala degli Stranieri

La sala, in origine parte dell’anticamera, ospita le opere dei maestri stranieri della collezione Poldi Pezzoli. Tra i quadri esposti è possibile ammirare il famoso dittico con i ritratti di Martin Lutero e della moglie Katharina von Bora, dipinto dal maestro del Rinascimento tedesco Lucas Cranach il Vecchio. Le decorazioni del soffitto e gli arredi originari, opera dell’intagliatore Giuseppe Ripamonti, sono purtroppo andati perduti.

collezione
Dipinti

Tra i più di 300 dipinti, il vasto gruppo di opere italiane del Rinascimento comprende capolavori toscani (Botticelli, Piero della Francesca, Pollaiolo), lombardi (Luini, Boltraffio, Solario) e veneti (Bellini, Mantegna). Significativo anche il nucleo di dipinti del Settecento italiano (Guardi, Canaletto, Tiepolo, Fra Galgario). Prevalgono ritratti e dipinti di piccolo formato.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato su collezioni, mostre, eventi e molto altro.