Skip to content

Club del Restauro

club del Restauro del Poldi Pezzoli
Il Club del Restauro, nato da un’idea di Marta Marzotto nel 2013, oggi è una divisione all’interno dell’Associazione Amici del Poldi che, con il proprio generoso contributo e attraverso il fundraising, sostiene interventi di restauro e conservazione dei capolavori del museo.
Dipinto Salvator Mundi di Marco d'Oggiono che ritrae un bambino con capelli rossi ricci.
Dettaglio, Salvator Mundi, Marco d’Oggiono, 1510

Il Club è composto da un board al femminile presieduto da Umberta Gnutti Beretta e da sostenitrici attive che svolgono attività di ricerca fondi per il restauro attraverso eventi, attività, charity dinner.

Il board è composto da:

Umberta Gnutti Beretta
Marina Munafò Borromeo
Marta Brivio Sforza
Antonella Camerana
Paola Manfrin
Alessandra Quarto
Annalisa Zanni

Elenco delle opere restaurate grazie al sostegno del Club del Restauro e dei suoi soci

2010
Sandro Botticelli
Madonna con il bambino detta “Madonna del Libro”
1480-81, tavola, cm 58×39,6 – inv. 443/156

Zanobi Strozzi
Madonna dell’Umiltà con due angeli musicanti
1448-1450 ca, tempera su tavola, cm 83,5×56,8 – inv. 4744

2011
Giovanni Bellini
Imago Pietatis
1460-1470, tempera su tavola, cm 50 x 40,4 – inv. 1587

Andrea Solario
Riposo durante la fuga in Egitto
1515, tavola, cm 76,8 x 55 – inv. 1628

Bernardino Luini
Sant’Antonio da Padova
1510-1512, tempera su tavola, cm 95,5 x 57,7 – inv. 1577

Jacopo Landini detto del Casentino
L’Annunciazione
1325-1335, tempera su tavola, cm 78 x 61,2 – inv. 4324

Lorenzo Bartolini
Busto di Rosa Trivulzio Poldi Pezzoli
1828, marmo, cm 69,5x57x31 – inv. 59

Giovanni Antonio Boltraffio
Madonna con il Bambino
1495 ca., tavola, cm 45,5 x 35,6 – inv. 1609

Scuola cremonese 1500
Tredici Tavolette da soffitto
tempera su tavola, cm 36 x 39 ca. – inv. 4380-4477

Giuseppe Bertini e Giuseppe Speluzzi
otto sedie
1864, mogano con filettature e decorazioni a motivi vegetali in ebano e avorio – inv. 1134-39

2012
Sandro Botticelli
Il compianto sul Cristo morto
1495-1500, tempera su tavola, cm 106 x 71 – inv. 1558

Giuseppe Bertini
Ritratto di Gian Giacomo Poldi Pezzoli
1880, olio su tela, cm 62×49 – inv. 1157

Giuseppe Bertini e Giuseppe Speluzzi
8 sedie
1864, mogano con filettature e decorazioni a motivi vegetali in ebano e avorio inv. 1140-41, 1130-33

Bernardino Luini
Andata al Calvario (dittico)
1520-1530, olio su tavola, cm 50,6 x 40,7; 50,4 x 40 cm – Inv. 1624

Alessandro Algardi
Busto del vescovo Ulpiano Volpi
XVII secolo, bronzo, cm 57,5 x 60,5 x 35 – inv. 410

2013
Lorenzo Lotto
Madonna con il Bambino, san Giovannino e san Zaccaria
1546, olio su tela, cm 48,7 x 63,6 – inv. 1603

G. Bertini e G. Speluzzi
4 poltrone
1864, mogano con filettature e decorazioni a motivi vegetali in ebano e avorio – inv. 1138-1141

Ambrogio da Fossano detto Bergognone)
Santa Caterina d’Alessandria
1510 ca., tavola con cornice, cm 97,2 x 55,5 – inv. 1119

Germania meridionale, inizio XVII secolo
Il carro di Diana
ca. 1610, argento, bronzo dorato, legno, ottone dorato, mm 305 x 410 x 170 – inv. 1149

2015
Scuola Lombarda
Ludovico il Moro a letto invoca la Madonna col Bambino
1490 c., tempera su tavola, 50 x 56,8 cm – inv. 1636

Orologi:
Carro di Diana – inv. 1149
Orologio a pesi da parete con automa – inv. 3465
Orologio da persona a due casse – inv. 3560
Orologio da tasca a due casse – inv. 4282
Orologio a tamburo da petto – inv. 3406
Orologio da persona – inv. 3431
Orologio su tabacchiera ovale – inv. 3534
Orologio da persona – inv. 3552
Orologio a cilindro da tavolo – inv. 3398
Orologio quadrato da tavolo – inv. 3415
Orologio a Calvario – inv. 525
Orologio quadrato da tavolo con cupola – inv. 3416
Orologio giapponese da parete a cassetta – inv. 3440
Orologio esagonale da tavolo – inv. 555
Orologio da tavolo rotondo – inv. 3399
Orologio a edicola a pesi – inv. 3411
Orologio da tavola su edicola a base lignea – inv. 3412
Orologio quadrato da tavolo – inv. 3414
Orologio da mensola tipo boole – inv. 379
Orologio da tavolo a campanile – inv. 3394.

2016
Andrea Mantegna
Ritratto maschile
1460 circa, tempera su tavola, 32,3 x 28,8 cm – inv. 1592

Orologio da carrozza
Jacob Capler, Vienna, c. 1700, ottone dorato e inciso – inv. 3492

Orologio da carrozza
Louis Baronneau, Paris, c. 1655, argento, smalti policromi – inv. 3436

Orologio da carrozza
Johan Anton Mertz, Augsburg, Germania c. 1770, argento, smalto – inv. 737

Orologio a tre casse con allarme, George Prior, London, 1825-1826, argento, tartaruga, smalto, inv. 3438 con il sostegno del Club del restauro

Orologio da carrozza, Philipp Jacob Bickelman, Linz, Austria, c. 1770, argento, smalto, inv. 3437 con il sostegno del Club del restauro

Orologio cilindrico da tavolo con quadrante orizzontale, Giappone, 1750-1800, ottone dorato, vetro, seta, inv. 3428 con il sostegno del Club del restauro

2017
Cerchia di Hans Memling
Madonna col Bambino, 1490 ca., tempera su tavola, 30,5 x 22,6 cm – inv. 1047

Jacopo Bellini
Madonna dell’Umiltà, 1440 ca., tempera su tavola, 82,3 x 48,7 cm – inv. 1565

Scuola Veneta
Madonna dell’Umiltà, 1440 ca., tempera su tavola, 48 x 35 cm – inv. 1552

Scuola lombarda
I quattro Dottori della Chiesa latina, 1480 c, tempera su tavola, 26 x 130 cm – inv 1634-1635

Anonimo
Stipo architettonico a otto cassetti su due ordini decorato con la figura di Arione Milano, XVI sec, legno di noce, legno di ebano, acciaio sbalzato, ageminato in oro e argento e brunito, bronzo dorato, velluto tagliato ad un corpo, fondo rosso, decorato nelle bordure da galloni in filato metallico, 32,5 x 43 x 26 cm – inv. 5885

Anonimo
Testa virile, II-I sec. a.C., lega d’argento – inv. 6167

2018
Giovanni Battista Tiepolo
Allegoria della Virtù e della Nobiltà, 1740-50, olio su tela, 35,4 x 53 cm – inv 308

Giovanni Battista Tiepolo
Morte di San Gerolamo, 1732-33, olio su tela, 33 x 44,2 cm – inv. 446

Adeodato Malatesta
Ritratto di Fabio Gonzaga, 1840-45, olio su tela, 65 x 52 cm – inv. 270

Lorenzo Lotto
Santa Caterina d’Alessandria 1550-60, olio su tavola, 36×29 cm – inv. 446

2019
Alessandro Mazzola Bedoli
Riposo durante la fuga in Egitto 1570, olio su tavola, cm 46,5 x 38 – inv. 305

Marco d’Oggiono, attribuito a
Busto di Cristo Bambino, olio su tavola di noce, cm 19,6 x 15,3 cm – inv. 3377

2021
Pittore olandese
Crocifissione, 1580 c., olio su tavola – inv. 3263

Hans Jacob II Läublin
Calice 1700 c., argento, argento dorato, ametiste, rubini, smeraldi e smalti – inv. 773

2022
Paolo Pagani
Sacra Famiglia con san Giovannino, ca. 1700-1710, olio su tela, 114 x 94 cm – inv. 6364 

museo poldi pezzoli

Museo Poldi Pezzoli

Nel centro di Milano, a pochi passi dal Duomo e dal Teatro alla Scala, il museo Poldi Pezzoli vi aspetta! Inaugurato nel 1881, era la casa del nobile milanese Gian Giacomo Poldi Pezzoli (1822-1879). Appassionato collezionista d’arte, vi aveva raccolto non solo dipinti, ma anche sculture, tappeti, pizzi, armi e armature, oreficerie, orologi, porcellane e vetri.

leggi tutto

EDUCAZIONE

Servizi educativi

Il Museo ha avviato attività didattiche dal 1974 attraverso visite guidate, laboratori, percorsi specifici e pubblicazioni studiati per ogni tipo di pubblico, dalle scuole di ogni ordine e grado, agli adulti. 

leggi tutto

EDUCAZIONE

Proposte e attività

I Servizi Educativi del Museo Poldi Pezzoli conducono i visitatori di ogni età alla scoperta delle collezioni con percorsi e attività studiati in base alle specifiche esigenze di ogni categoria di pubblico.

leggi tutto

L'immagine è un dettaglio del dipinto di San Michele di Piero della Francesca e raffigura un angelo dipinto, con capelli ricci biondi, vestito con abiti decorati, su sfondo blu cielo e ala bianca visibile.

Perchè visitare il Museo Poldi Pezzoli

perché è una casa-museo che nelle sale storiche ha mantenuto il fascino di una dimora ottocentesca.
per conoscere la storia
di un grande
collezionista milanese.
per la varietà delle raccolte
che spaziano dall’archeologia all’Ottocento.
per ammirare capolavori di grandi artisti come Pollaiolo, Mantegna, Botticelli, Raffaello, Piero della Francesca, Tiepolo, Canaletto, Hayez.
per le straordinarie collezioni
di orologi solari e meccanici,
vetri di Murano
e porcellane di Meissen.
per scoprire un palazzo storico affacciato su uno splendido
giardino nascosto
e una romantica Orangerie.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato su collezioni, mostre, eventi e molto altro.