Vai al contenuto

Madonna con il Bambino

Andrea Mantegna , ca. 1490

Descrizione
Madonna con Bambino Andrea Mantegna

La Vergine stringe teneramente tra le braccia il Bambino, tenendogli il volto con le dita della mano sinistra. Gesù, avvolto in una sottile stoffa bianca, è profondamente addormentato; le sue membra sono abbandonate e la bocca è aperta. L’immagine è con ogni probabilità una raffinata prefigurazione della morte di Cristo: il telo bianco che racchiude il corpo del Bambino allude al sudario in cui fu deposto il corpo di Cristo, e anche l’espressione assorta e malinconica della Vergine rimanda a questo significato. La struttura piramidale della composizione è sottolineata dal manto di Maria che chiude i due corpi in un’unica forma compatta, amplificando l’atteggiamento protettivo della Madre nei confronti del Bambino.
La profondità spaziale è suggerita dalla presenza di due elementi verticali di colore marrone, a destra e a sinistra (forse la cornice di una porta o di una finestra), sui quali si sovrappongono le braccia della Vergine, e dal modo in cui è impostata la figura di Maria, leggermente di tre quarti, con la spalla sinistra che viene in avanti e il ginocchio, su cui è seduto il Bambino, che sporge verso lo spettatore.
Il colore nero del fondo deriva dalle opere fiamminghe, che circolavano ampiamente in Italia nel Quattrocento. Il dipinto, databile agli ultimi anni del XV secolo, è stato realizzato, senza preparazione, su una tela a trama finissima, ben visibile soprattutto nelle zone più chiare, al di sotto del leggero strato di colore. La gamma cromatica piuttosto ridotta, ma ricca di colori intensi, quali il rosso dell’abito della Vergine e il verde del risvolto del manto, appare oggi attenuata dalla patina giallastra stesa da Giuseppe Molteni nel corso del restauro effettuato nel 1863. Alcune preziose lumeggiature d’oro sono ancora rilevabili sulla veste e tra i capelli biondi di Maria. Il dipinto fu venduto a Gian Giacomo Poldi Pezzoli, poco dopo la metà dell’Ottocento, dal famoso storico dell’arte Giovanni Morelli.

Scheda tecnica

Artista

Andrea Mantegna, 1431-1506

Data

ca. 1490

Materia e tecnica

tela (tempera)

Dimensioni

45.2 cm x 35.5 cm

Acquisizione

legato Gian Giacomo Poldi Pezzoli, 1879

Inventario

1595
RESTAURO
collezione
Dipinti

Tra i più di 300 dipinti, il vasto gruppo di opere italiane del Rinascimento comprende capolavori toscani (Botticelli, Piero della Francesca, Pollaiolo), lombardi (Luini, Boltraffio, Solario) e veneti (Bellini, Mantegna). Significativo anche il nucleo di dipinti del Settecento italiano (Guardi, Canaletto, Tiepolo, Fra Galgario). Prevalgono ritratti e dipinti di piccolo formato.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato su collezioni, mostre, eventi e molto altro.